EVENTI / Il gotha dell’archeologia al Parco di Naxos per il Premio “Comunicare l’Antico”. Premiati Matthiae e Stampolidis

Sabato 3 settembre al Parco di Naxos cerimonia per il Premio Comunicare l’Antico. Fra i premiati il direttore del museo di Atene, Stampolidis, che terrà una lectio magitralis a Taormina, e Matthiae, l’archeologo che ha scoperto il sito di Ebla in Siria. Nell’elenco dei vincitori Tiziana D’Angelo, Stefano Vassallo, Alessandro Giuli, il Certamen di Arpino e Cinzia Maccagnano. Nel weekend numerosi appuntamenti di Comunicare l’Antico all’interno del festival Naxoslegge

Il direttore del Museo dell’Acropoli di Atene, Nicolaos Stampolidis, e l’archeologo italiano Paolo Matthiae, cui si deve nel 1975 la scoperta più grande del XX secolo – la città di Ebla in Siria e l’archivio reale di 17mila tavolette con elementi di scrittura cuneiforme del 3000 a.C. – saranno nei prossimi giorni a Giardini Naxos dove sabato 3 settembre, insieme ad altre personalità del mondo della cultura, riceveranno il “Premio Comunicare l’Antico” 2022 (Teatro della Nike, Parco di Naxos, ore 20). Per l’occasione, nell’ottica della divulgazione e condivisione dei saperi e della conoscenza, il prof. Stampolidis terrà una Lectio Magistralis sugli scavi e il museo di Eleutherna a Creta che il Parco Archeologico Naxos Taormina, diretto da Gabriella Tigano, ospiterà sabato mattina (11.30) a Palazzo Ciampoli (Taormina), dove è in corso la straordinaria mostra “Umiltà e Splendore” dedicata all’arte del Seicento dei padri Cappuccini.

Il “Premio Comunicare l’Antico”, giunto alla sua quinta edizione, è organizzato dal Parco Archeologico Naxos Taormina in collaborazione con il festival Naxoslegge e l’Archeoclub Naxos-Taormina-Valle Alcantara. Nasce nel 2017 da un’idea di Fulvia Toscano, direttore artistico del festival letterario per premiare quanti si distinguono nella comunicazione della cultura del mondo antico.

Con il prof. Matthiae (docente emerito della Sapienza di Roma) – che nel 2010 ha dovuto interrompere la quarantennale missione di scavo a causa della guerra civile in Siria – e Stampolidis saranno premiate a Naxos anche altre personalità del mondo culturale: la neo direttrice del Parco archeologico di Paestum, Tiziana D’AngeloStefano Vassallo, archeologo e studioso, il cui nome è legato alle importanti ricerche condotte in provincia di Palermo e soprattutto nella colonia greca di Himera; il Certamen Ciceronianum di Arpino, il più antico d’Europa; Alessandro Giuli, giornalista, conduttore televisivo per la Rai, autore della trasmissione Vitalia; e Cinzia Maccagnano, attrice e regista, specializzata in teatro di riscrittura del mito. La cerimonia di premiazione sarà condotta dalla giornalista Francesca Russo e i vincitori riceveranno una scultura in terracotta realizzata dal maestro Turi Azzolina, che riproduce una maschera di Sileno, figura mitologica che decora moltissimi esemplari di antefisse fittili, esposti all’interno del Museo. Sul palco sarà una installazione della scultrice Stefania Pennacchio.

“Siamo onorati – spiega la direttrice Gabriella Tigano – di assegnare il Premio Comunicare l’Antico a personalità della comunità scientifica internazionale di così alto valore. E siamo particolarmente lusingati che il prof. Stampolidis, con la Lectio Magistralis a Taormina, ci faccia dono della sua esperienza negli scavi cretesi di Eleutherna. Comunicare l’Antico è un progetto interdisciplinare, declinato in numerose attività che hanno come obiettivo la conoscenza e la divulgazione del patrimonio materiale e immateriale della cultura classica. Un esempio virtuoso di collaborazione fra pubblico e privato, laddove quest’ultimo è rappresentato da una docente, filologa e grecista, di altissimo profilo come Fulvia Toscano. Come Parco Naxos Taormina, e personalmente come archeologa, siamo orgogliosi di essere parte attiva in questo appuntamento annuale che intende dare il giusto riconoscimento a quanti, in Italia e all’estero,impegnati in vari ambiti professionali, hanno fattivamente operato per divulgare e promuovere la conoscenza del nostro patrimonio  culturale”.

Il premio: maschera di Sileno del M° Turi

Il progetto Comunicare l’Antico – che durante l’anno prevede incontri culturali a tema nel Parco Naxos Taormina – prevede poi un incontro, coordinato da Michele Blandino, sui Certamina di Sicilia: competizioni culturali in cui i giovani e più promettenti studenti liceali si misurano sulle traduzioni dei classici (sabato 3/9, ore 15.30, Lido di Naxos), mentre l’indomani, domenica 4 settembre – in contemporanea con l’ingresso gratuito nei siti e musei siciliani per la prima domenica del mese – il Museo di Naxos ospiterà alle 11.30 la presentazione della nuova guida del Museo Salinas di Palermo. Con la direttrice del parco, Gabriella Tigano, saranno la direttrice del Salinas Caterina Greco, Mariangela Preta, direttrice del Parco archeologico di Soriano Calabro, e Fulvia Toscano.

A completare il progetto Comunicare l’Antico, all’interno del cartellone di NaxosLegge 2022, è infine la rassegna teatrale “Interpretare l’antico”, a cura di Gigi Spedale. In programma nel mese di settembre una serie di drammaturgie nella forma delle riscritture dai testi classici, ma anche “restituzioni” di laboratori teatrali come il Cantiere Orestea dedicato a Pier Paolo Pasolini nell’ambito di una sezione del festival focalizzata sull’intellettuale a cento anni dalla nascita.

Parco Archeologico Naxos Taormina

Il Parco archeologico, oggi denominato di Naxos–Taormina è stato istituito nel 2007 e gode di autonomia scientifica, di ricerca e organizzativa, amministrativa e finanziaria. Dal 2013 il Parco ha la gestione di alcuni tra i più importanti siti monumentali e paesaggistici della provincia di Messina: il Museo e l’area archeologica di Naxos; il Teatro Antico e l’Odèon di Taormina; Villa Caronia (sede direzionale del Parco); il Museo naturalistico di Isolabella, le aree archeologiche di Francavilla e il M.A.FRA il nuovo museo archeologico della città, inaugurato nell’ottobre 2020. Dal 2019 sono gestiti dal Parco, Palazzo Ciampoli (Taormina), il Monastero e la Chiesa Basiliana dei Santi Pietro e Paolo (Casalvecchio Siculo) e si attesta all’Ente anche Castel Tauro. Dal giugno 2019 il Parco è diretto dall’archeologa Gabriella Tigano. Fra i grandi eventi gestiti dal Parco e che hanno visto protagonista il Teatro Antico di Taormina – secondo sito più visitato in Sicilia dopo la Valle dei Templi – figurano il G7 nel maggio 2017 e la visita del Dalai Lama nel settembre dello stesso anno.

Info pubblico 0942 51.001 – 0942 628.738

·       Acquisto biglietti online qui, a cura di Aditus Culture, concessionario dei servizi aggiuntivi

·       Parco Archeologico Naxos Taormina su Youtube e Facebook

·       urp.parco.archeo.naxos@regione.sicilia.itwww.parconaxostaormina.com

Fonte: Parco Archeologico Naxos-Taormina

©Storie & Archeostorie – RIPRODUZIONE RISERVATA. VIETATA LA RIPRODUZIONE, LA RIELABORAZIONE E LA RIPUBBLICAZIONE IN QUALSIASI FORMA E MEZZO SENZA AUTORIZZAZIONE E SENZA CHE SIA CITATA LA FONTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...